Nessuno è indispensabile

pexels-photo-164255

17 settembre 2017

Mio padre ripeteva sempre che tutti sono utili ma nessuno è indispensabile. Al tempo, ancora non capivo. Ho sempre reputato gli amici come una risorsa e un punto di riferimento, ma ho sbagliato tutto fin dall’inizio. 
L’errore fondamentale è credere che non possano vivere senza di te e vi leghi un legame indissolubile. Ti illudi contraccambino il tuo stesso affetto, comprendano i tuoi punti deboli e sei convinto che non ti lasceranno mai, ma spesso non è così.

In un secondo tempo li adocchi “felici” per strada e sui social, con nuovi fidanzati e amici. Rabbia e delusione oscurano la tua vista: dietro quella patina, tutto assume una luce diversa. Senti una voce nella testa che risuona “sei stato sostituito”. Ti senti usato, amareggiato e ti domandi quale valore effettivo tu possa aver avuto per quella persona.

Mi tornano alla mente le parole di papà, aveva ragione. Gli altri non saranno mai soddisfatti di quello che dai, dici e fai, vorranno sempre di più.
Ricorda che prima ci sei tu e quello che credi sia meglio per te: amati e approvati. Gli amici sono sicuramente un’ottima risorsa, ma qualsiasi cosa accada, tu sei l’ancora della barca.
Questa è la vita: “tutti sono utili ma nessuno è indispensabile”.

~ Serena Magni

3 Comments

  1. Ciao Shelinz, su certe cose sono d’accordo, su altre meno.
    Quando dici “L’errore fondamentale è credere che non possano vivere senza di te e vi leghi un legame indissolubile” sono pienamente d’accordo che sia un errore, anche perché la dimostrazione è molto semplice e l’hai scritta tu stessa, possiamo essere tranquillamente sostituiti, anche se non la vedrei proprio come una sostituzione in quanto nessuno è uguale a un altro, ma comunque diciamo così. I legami possono essere forti ma in effetti anche l’amore, come dice Verdone, è eterno finché dura :-), figurati l’amicizia.

    Non sono però d’accordo quando dici che gli altri vorranno sempre di più di quello che sei e che dai, perché alcune persone accettano semplicemente quello che sei, non cercano chissà cosa, e se magari c’è qualcuno migliore su qualcosa, possono accoglierlo come nuovo amico senza necessariamente eliminare te.

    Concordo comunque sul finale dove dici di pensare prima di tutto a sé stessi, cioè non possiamo basare noi stessi su dei legami con gli altri, perché se poi questi vengono meno affondiamo come niente. Tuttavia i rapporti con gli altri sono molto importanti anche per definire se stessi e per procedere meglio di quanto andremmo avanti da soli.

    Piace a 1 persona

    1. Forse la questione del “volere sempre di più” è un po’ legata ai rapporti che ho vissuto finora, dove ho percepito poco questa accettazione. Non metto in dubbio però che là fuori esistano persone che sappiano accettarci per ciò che siamo, diciamo solo che è davvero raro trovarle.

      Piace a 1 persona

      1. Io, giusto per essere chiari, mi riferivo all’amicizia, e in essa credo di aver trovato una persona così. Certo, non è facile trovare amici che possano fregiarsi sul serio di tale appellativo, ma qualcuno c’è, e ti auguro di trovarne sulla tua strada.

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...